Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,


Oggi, dopo una lunga settimana alle prese tra vedere le case, l’arredamento e tutti i documenti per la green card mi sono regalato una lunga giornata in bici. Carico di adrenalina sono partito da Tiburon, piccola cittadina molto carina (vedi mappa sotto) che dista a circa 25 km con la macchina da San Francisco ( da Pier 41), circa 40 km con il percorso in bici che ho fatto io. Devo dire che il tempo era perfetto, c’era il sole ma l’aria era fresca, ma sopratutto sapeva di libertà. Ho iniziato a passo dolce, consapevole della lunga traversata. Per fortuna la pista ciclabile è dotata di una segnaletica stradale vera e propria qui di non è stato molto difficile andare in direzione di San Francisco. Dopo circa 5 km mi sono subito imbattuto in una salita ripida ma devo dire che  con il panorama che offriva ha alleviato immediatamente la fatica (strawberry point). Per fortuna dopo la fatica della salita sulla collina mi sono goduto una piacevole discesa con scorci misti tra la baia ed il verde predominante ovunque in questa contea. Arrivato a “strawberry”, area commerciale e punto di intersezione della highway 101 con Tiburon e Mill Valley sono riuscito ad agganciarmi a due signori, sulla sessantina, che si dirigevano verso Sausalito (in questa intersezione la segnaletica non era molto chiara), e devo dire che mi hanno messo in seria difficoltà, perché andavano a passo veloce. Ma da buon Italiano ho mantenuto il loro passo 😃.

Arrivato a Sausalito ero abbastanza stanco e mi sono goduto prima il porto e poi mi sono preso un break per rifocillarmi sul lungomare della down town. Veramente molto graziosa e piena di turisti. Dopo questa breve sosta ho deciso di proseguire per non iniziare a sentire la stanchezza e mi sono subito messo in marcia per scalare la collina che anticipa il fatidico Golden Gate Bridge. Sono andato prima a Fort Baker dove è possibile ammirare il ponte dal basso (a sinistra) e passandoci sotto si sale fino ad imboccarlo. La sensazione di libertà e del vento fresco oceanico mi davano l’adrenalina necessaria per non sentire la stanchezza. Arrivato sul ponte ho iniziato ad andare a passo molto lento per cercare di godermi il ponte quanto più a lungo è possibile. Mentre pedalavo vedevo sulla mia sinistra la città di San Francisco che affacciava sulla baia dalla quale stavo appunto venendo e sulla mia destra l’infinito dell’oceano. Fantastico!! Un’opera colossale. Dopo il ponte ho fatto un altro break ad un bar per una grande spremuta di arancia (non fresca purtroppo). Il mio piano originale era di pedalare anche per il ritorno ma ero troppo esausto ed ho quindi deciso di tornare con un traghetto, mi sono quindi diretto verso il centro per raggiungere la zona dei moli. Stanco morto mi sono goduto il viaggio sul traghetto per Tiburon. Mi sono divertito tantissimo!!

Sulla mappa di sotto è indicato in giallo il percorso che ho seguito 😃

 


IMG_4989.JPGIMG_4990.JPGIMG_4992IMG_4994.JPGIMG_4996.JPGFullSizeRender.jpgIMG_4997.JPGIMG_5003IMG_5007.JPGIMG_5014.JPGIMG_5017.JPGIMG_5026.JPGIMG_5027.JPGIMG_5035.JPGIMG_5037.JPGIMG_5038.JPGIMG_5039.JPGIMG_5044.JPGFullSizeRender.jpg IMG_5055.JPGIMG_5056.JPGIMG_5059.JPGIMG_5060.JPGIMG_5061.JPGIMG_5069.JPGIMG_5072.JPGIMG_5075.JPGFullSizeRender.jpgIMG_5081.JPGIMG_5086.JPGIMG_5088.JPGIMG_5089.JPG

Annunci